EASY MENFI

TIVITTI
LA BAMBINA
LUCORI
NOTRIX
RIVEDIBILE

TERROIR

Dietro le Case
Coste al Vento
Arèmi
FuoriZona
Microcosmo

FATTI A MANO

AMMANO
CIATU
ALBAMARINA
NINARE

TRADIZIONE

ALTRIMENTI
CODA DELLA FOCE
AZIMUT
LA VOTA
00segnaposto
Pin It

Sono molto felice di annunciare che le nuove etichette sono pronte! La Bambina, Inzolia e Nero d'Avola Menfi DOC hanno adesso una nuva immagine e nuovi nomi (beh, almeno alcuni). 

Ci ho pensato molto prima di cambiare le etichette della linea classica. Le precedenti erano ancora quelle che aveva approvato mio padre, almeno 10 anni fa, è non è stato affatto semplice accettare che fosse arrivato il momento di andare avanti.  

Dopo aver accettato che un cambiamento fosse assolutamente necessario, il mio principale problema è stato di cucire dei vestiti adatti a vini che nel tempo sono cambiati moltissimo.

L'azienda che mio padre aveva pensato e costruito era molto diversa da quella di oggi, probabilmente perché la strada che ho percorso in questi anni mi ha portato in una direzione che certamente non lui, né io, potevamo prevedere. Volevo che le nuove etichette rappresentassero la mia evoluzione di vignaiola, e che mostrassero allo stesso tempo il legame strettissimo fra i miei vini e il territorio a cui appartengono. Per cui ho optato per colori vividi e contrasti decisi che richiamano immediatamente la Sicilia anche senza nominarla, evocando le luci abbaglianti e le ombre profondissime insite nella nostra cultura, e ho scelto nomi per me emotivamente molto significativi.

La Bambina è l'unico vino che un nome già ce l'aveva, e sull'etichetta era già presente l'impronta di un cane, solo che adesso il disegno è molto più chiaro. E' il ritratto di Joe, il mio Labrador preferito, il primo essere vivente ad aver apprezzato e sostenuto i miei primi passi nel mondo del vino fin dall'inizio, molti anni fa (qui tutta la storia).

Tivitti è il nome che ho dato all'Inzolia delle vigne giovani: in siciliano significa "ti ho visto", che non è solo quello che i bambini urlano giocando a nascondino, ma anche un antico gioco di carte che facevo con mia zia Anna, da bambina. Un nome scherzoso e allegro che mi piace molto per un vino spensierato, fatto per accompagnare i momenti di relax e piacevolezza da trascorrere in compagnia degli amici.

Lu Còri significa "Il cuore", ed è semplicemente perfetto per il mio Nero d'Avola, che è l'uva a bacca rossa più conosciuta e rappresentativa della Sicilia. 

 

Questi tre vini hanno un significato ancora più speciale se si leggono i loro nomi uno di seguito all'altro: La Bambina tivitti lu còri significa infatti "la bambina ti ha visto il cuore". E questo descrive in maniera molto spontanea il mio personale approccio alla vita, che è poi in grandissima parte legata al vino stesso: sii aperto e innocente come un bambino per entrare in relazione diretta con le emozioni di chi ti sta accanto

Non sono sicura che mio padre avrebbe del tutto apprezzato i disegni sulle etichette, non sono mai stata brava con la matita, ma sono certa che in qualche modo mi sorrida con i suoi occhi cangianti.  

 

Tags: La Bambina, Lu Còri, Tivitti, etichette vino

ALBAMARINA IN BREVE

ALBAMARINA IN BREVE

Vitigno: Grillo, Vigne del Pozzo
Suolo: argilloso, fertile e profondo, ricco di minerali, quasi totale assenza di scheletro
Vigneto: impianto 2017, allevamento a controspalliera, Guyot
Vinificazione: macerazione sulle bucce per 4 giorni, imbottigliamento manuale in corso di fermentazione
Fermentazione alcolica: spontanea, con lieviti selvaggi; inizia in acciaio e si completa in bottiglia con la produzione naturale di anidride carbonica
Fermentazione malolattica: spontanea, completamente svolta
Affinamento: in bottiglia sui sedimenti fino al momento della stappatura
Produzione media: circa 2.000 bottiglie/anno

Scarica la scheda tecnica

VINIFICAZIONE

Alba marina è un vino frizzante ottenuto secondo il metodo ancestrale.
Le uve sono coltivate in Tenuta Belicello secondo i principi dell'agricoltura biodinamica.

Il Grillo viene raccolto alla fine di Agosto, in anticipo rispetto alla piena maturazione, per preservare la sua naturale acidità e gli aromi più freschi ed intensi tipici del vitigno.
Dopo la vendemmia le uve sono portate in cantina, immediatamente diraspate ed avviate alla fermentazione spontanea in anfora. Le bucce rimangono a contatto con il mosto per circa 4 giorni. Dopo la pressatura soffice, il mosto continua a fermentare in acciaio ad una temperatura di circa 20-22 °C per un'altra settimana. 
Non appena raggiunti 9-12 grammi di zuccheri residui, il vino viene imbottigliato in coda di fermentazione, che termina in bottiglia con la produzione naturale di anidride carbonica.

Per consentire lo svolgimento completo della fermentazione in bottiglia non vengono aggiunti solfiti né alcun altro additivo enologico.
Nessun controllo è ovviamente possibile dopo l'imbottigliamento: ogni bottiglia potrebbe essere diversa dalle altre, poiché ciascuna fermentazione termina per conto suo, e ciascuna bottiglia è, potenzialmente, una sorpresa :) 

ABBINAMENTI

Alba marina non è sboccato, quindi tutto il sedimento è presente in bottiglia.

Grazie alla fermentazione spontanea e all’affinamento sui lieviti, rivela un corredo aromatico intenso e molto particolare: ha un colore giallo dorato intenso, molto velato perché ancora sui suoi lieviti. La spuma è lieve, caratterizzata da bollicine molto piccole ma persistenti, dovute alla fermentazione avvenuta con metodo ancestrale. Il naso è fragrante, di frutta gialla ed erbe mediterranee, con un intenso finale di crosta di pane. La bocca è snella, morbida e sapida.

Si abbina con aperitivi e antipasti di pesce, crostacei e conchiglie crude, affettati e affumicati di mare.


TEMPERATURA DI SERVIZIO: 8 - 10 °C
Lo si può bere "cloudy", ossia con i suoi lieviti, facendo attenzione a non agitare troppo la bottiglia e a lasciare sul fondo i residui più spessi, oppure si può procedere alla sboccatura se si preferisce un sapore più pulito e diretto. Per facilitare la sboccatura, la bottiglia va tenuta un paio di giorni in frigo, in posizione capovolta, per consentire ai sedimenti di raccogliersi nel collo della bottiglia.

 

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile in base alle tue preferenze.
Nell’informativa estesa puoi prendere visione della nostra privacy policy e conoscere come disabilitare l’uso dei cookies; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.