Stefano Caffarri

Stefano Caffarri è conosciuto nel web come manutengolo di Appunti di Gola, il miglior wifu blog che sia mai esistito nel modo umano, e anche in quello disumano. Oggi, diventata persona serissima, fa il successo del Cucchiaio d'Argento. Scrive divinamente, e cucina pure meglio. Queste le sue parole su Azimut.

Permalink al post originale

 

Azimut Merlot Menfi DOC 2007

Azimut Merlot Menfi DOC 2007

E' diventato sport olimpico, la diffamazione ideologica del Merlot. Certo, dopo "Sideways" ci sentiamo, noi schioppati di vino, in diritto perpetuo di ripetere "quella" frase, e di guardare i vini con la Emme con il sussiego di quelli che la sanno lunga. Qui no, qui non vale: li assaggiamo, e ci facciamo carico di dire che avvolte il Merlò ci piace.

Allora ricevuto il campione di Azimut la curiosità si faceva solida: ed eccolo nel bicchiere. Rubino, arterioso, grave. Ti aspetti le antifone di marmellata, torride di frutta cotta: ma il naso di questo bicchiere siciliano è invece contenuto, quasi temperato: non quel calore bianco che l'ideologia ti rammenta, ma un tiro erbaceo lungo e prominente, una piccola spezia chiara, in secondo piano; un legno che par di corteccia, verde e giovine; un brivido di pelliccia, educato e finale.

Spettacolare l'estrazine di peperone, e magari di peperoncino fresco con l'ossigenazione: una vera epifania. Il sorso è un po' meno archivoltato, e si ripiana su un attacco più lineare: progredisce però fieramente verso un centro che prende bene il palato, ostaggio di tannini per nulla tondi, per nulla indulgenti. Il finale poi non precipita nelle prevedibili gommosità, ma resta alto e tenorile, bellamente alcoolico.

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile in base alle tue preferenze.
Nell’informativa estesa puoi prendere visione della nostra privacy policy e conoscere come disabilitare l’uso dei cookies; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.