Jacopo Cossater

Jacopo Cossater, Wine blogger (e giornalista) per passione, operaio della comunicazione per mestiere, sognatore per vocazione. Scrive fra l'altro su Enoiche Illusioni e Intravino, e recensisce per L'Espresso. Ecco cosa pensa di Piana del Pozzo, in una verticale di 6 annate.

Permalink al post originale

 

Piana del Pozzo Chardonnay Menfi DOC

Piana del Pozzo Chardonnay Menfi DOC

Il ”Piana del pozzo” nasce come vino di grande struttura, fermentato e maturato in legno. E se oggi ha un’impostazione completamente diversa nella quale il legno è un lontano ricordo, è vino che nel corso degli anni ha mantenuto corpo e beva.

Il 2003 in particolare, nove anni dopo, gioca su note vagamente ossidative nella loro morbidezza e in bocca continua ad avere un’anima galoppante, una freschezza inaspettata.

Altre annate? La 2006 e la 2007 sono ricche ed eleganti, giocano su note speziate e su una componente sapida che intriga e che riporta all’assaggio. E poi la 2010, uno chardonnay profondamente vegetale ed erbaceo che racconta ancora una volta la grande capacità del vitigno ad adattarsi al luogo, interpretandolo.

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile in base alle tue preferenze.
Nell’informativa estesa puoi prendere visione della nostra privacy policy e conoscere come disabilitare l’uso dei cookies; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.